Corsi obbligatori e specialistici

Formazione D.lgs 231/01

Eventi formativi per singole organizzazioni e professionalizzanti per comprendere e implementare al meglio il D.lgs 231/01

I corsi di formazione sul  Modello 231 hanno l’obiettivo di assicurare la conoscenza e la comprensione di come viene applicato il MOG all’interno della realtà aziendale; per tale motivo, vengono  organizzati ad hoc per ciascuna impresa, tenendo conto delle sue caratteristiche e soprattutto del pubblico a cui saranno destinate le lezioni (dirigenza o personale operativo, area di attività e rischio correlato, ecc.). Nel Modello 231 sarà necessario inserire il piano didattico del corso, stabilendo con chiarezza le modalità di erogazione, predisponendo i registri per le presenze ed eventuali test di valutazione svolti durante il percorso formativo. Uno svolgimento periodico dei corsi assicura una formazione che va di pari passo con i cambiamenti che potrebbero verificarsi all’interno dell’azienda, ad esempio l’assunzione di nuove risorse oppure la predisposizione di modifiche relative alle mansioni dei soggetti responsabili dei comportamenti designati nel MOG. Inoltre, un aggiornamento costante permette di essere informati ed in linea con eventuali revisioni attinenti alla normativa di riferimento. I contenuti minimi e indispensabili per una buona comprensione del Modello 231 dovrebbero essere:

  • l’introduzione sul D. Lgs. 231/2001 e una panoramica generale sulla responsabilità amministrativa da reato degli enti (principi, destinatari, soggetti apicali e sottoposti, criteri di imputazione oggettivi e soggettivi, reati presupposto, esimenti, modelli di organizzazione e gestione, organismo di vigilanza, sanzioni, autonomia della responsabilità della persona giuridica, ecc.);
  • i contenuti del MOG adottato dall’ente;
  • i reati presupposto rilevanti per l’impresa e quelli rilevati all’interno del Modello 231;
  • l’implementazione del Modello organizzativo all’interno dell’impresa;
  • descrizione dell’Organismo di Vigilanza ed i suoi compiti e le sue funzioni;
  • il sistema disciplinare;
  • le procedure di whistleblowing.

È obbligatoria la formazione 231?

Come non è obbligatorio l’adozione del Modello di Organizzazione e Gestione 231 all’interno di un’impresa, non lo è neanche la predisposizione di corsi di formazione per i suoi dipendenti e/o soggetti. Questo, però, non esclude che attuare il Modello 231 e di conseguenza formare i lavoratori, sia una buona attività da svolgere per la tutela dell’azienda e per godere dei diversi benefici derivanti dall’attuazione del MOG 231. La formazione è un’importante fase di conoscenza, non soltanto per le risorse attualmente presenti in azienda, ma anche per i soggetti che entreranno a far parte dell’ente in un momento successivo all’adozione del Modello 231.

 

aprile 2024

 

Compila il form per essere ricontattato!

Torna in alto